Fuori Portoni è una agenda di eventi che vuole contribuire al dibattito sulla ceramica artistica contemporanea attraverso l’organizzazione di progetti finalizzati a promuovere la cultura della ceramica che gravita attorno al territorio di Nove-Bassano.

Serata SbitTArte a “Le Nove hotel & restaurant”

Venerdì 7 settembre ore 21.00
Una serata di pittura su maiolica, una tecnica legata al territorio, ancora all’avanguardia per la sperimentazione artistica. La filosofia del gruppo è lo “sbittare”, cioè la volontà di “levare la bitta (l’ormeggio), espellere, eiaculare, impollinare”. La pratica laboratoriale, aperta a tutti, muove la creatività dell’individuo che agisce e opera assieme agli altri, e consente a tutti un’espressione libera e liberatoria.

PLASMARTE CERAMIC ART SHOW 2018

Sabato 8 Settembre dalle ore 10.00 alle 22.00 e domenica 9 dalle ore 10.00 alle 20.00 all’interno della ditta Stylnove, in Via Munari 104 a Nove, gli artisti Aldo Gnesotto, Lorenzo Zanovello, Marco Bolzenhagen, Andrea Dal Prà, Paolo Polloniato, Nero/Alessandro Neretti, Loredana Longo, Alessio De Girolamo.

Woodfire&Pottery, workshop di cotture a legna

Il fascino primordiale del fuoco che trasforma la materia da fragile ad incandescente, fino a renderla “terracotta” durevole nel tempo. Ed è appunto il tempo che accresce la magia, ipnotizzando i passanti con una calda attesa, un’eccitazione dello spirito che fa sudare il corpo. La sperimentazione e la ricerca tecnica cercano un continuo rinnovamento nel linguaggio ceramico, portatore di un messaggio ancestrale universale. Il programma del workshop prevede la costruzione di tre forni: un villanoviano, un forno ad alta temperatura a legna e un brick kiln. I forni verranno ultimati ed accesi il sabato mattina, domenica le aperture. Forni realizzati in collaborazione con Roberto Aiudi e Ivna Safundžić dell’Associazione INTERINOVA di Matulji (Croazia). Area fuochi.

 

Scarti ad Arte

Le Nove Hotel – Inaugurazione venerdì 7 settembre ore 21 – aperto 24h su 24 fino al 30 settembre – Evento FUORIPORTONI

Succede spesso che i resti di un’operazione artistica, ancor carichi di tutti quei pensieri e di quelle azioni e quella passione generativa, vengano distrutti o fatti a pezzi per essere eliminati. Questa sorte non è capitata a questi oggetti modellati da Francesco Ardini che, dopo aver abitato per sei anni nel suo atelier ancora biscotto, sono stati da lui donati per un’azione di pittura collettiva su ceramica. Un’altra operazione artistica ha dato loro nuovo senso e significato, diventando espressione delle potenzialità di un’informale comunità artistica che gravita intorno al mondo della ceramica di Nove e Bassano. Il pezzo più significativo è stato dipinto a più mani dal collettivo Sbittarte, mentre le variazioni più piccole sono state affidate ad alcuni esponenti dello stesso collettivo: due maestri (Fabio Baggio Bajo e Stefano Bertoncello Collanega), tre giovani promesse (Mirko Marcolin, Giulia Perin e Giulio Polloniato) ed Elisa Andretta, una calligrafa appassionata di ceramica.